Perché il passaporto sanitario europeo è così importante?

Formazione, strumento essenziale per far ripartire il segmento più importante dell’hospitality italiana
4 Maggio, 2021
Ripresa e resilienza: il punto di vista dei nostri clienti
21 Maggio, 2021

Perché il passaporto sanitario europeo è così importante?

Scritto da:

Sandra Navarro

Marketing e comunicazione

 

Già a partire dallo scorso febbraio abbiamo iniziato ad ascoltare concetti come “passaporto di vaccinazioni”, “passaporto covid free” ecc,. Tutti concetti che sono attualmente riassunti nel denominato passaporto sanitario.

In cosa consiste? Come funziona? A cosa serve? Sarà positivo per la riattivazione del turismo? Sono alcune delle domande a cui proveremo a rispondere in questo articolo.

 

Cos’è il passaporto sanitario?

Sè vero che non existe una definizione esatta di ciò che sarà il passaporto sanitario, ma tutto af pensare che potrebbe essere un documento- probabilmente in formato digitale o QR- che conterrà informazioni relative al COVID-19 e che sarà diviso in tre sezioni: dati personali, dati sul vaccino e dati dell’emittente.

Per quanto riguarda i dati relativi al COVID-19 sarà specificato se la persona ha contratto il virus, se è stata vaccinata, se sono presenti anticorpi… potrebbe incluso mostrare i risultati degli ultimi test molecolari o antigenici (affinché i non vaccinati possano viaggiare).

L’obiettivo di questo certificato è quello di poter riattivare i viaggi sicuri all’interno dei Paesi dell’Unione Europea, indipendentemente dal motivo del viaggio.

 

Denominato Certificato UE Covid-19 del Parlamento Europeo

Con più del 78% di voti a favore, giovedí 29 aprile è stato approvato dal Parlamento Europeo il Certificato UE Covid-19, e dall’ Eurocamera si è spinto affinché i test molecolari vincolati a questo passaporto siano gratuiti.

Inoltre, è stato deciso che non sarà obbligatorio per viaggiare, ma che sicuramente faciliterà i viaggi dei cittadini e che la validità sarà di 12 mesi.

 

Come funzionerà il Certificato UE Covid-19 nei diversi Paesi dell’Unione Europea

Le ultime notizie ci dicono che i viaggiatori in possesso di questo documento non saranno soggetti a restrizioni aggiuntive rispetto a quelle indicate nello stesso.  

È certo però che gli Stati potranno richiedere alla Commissione l’applicazione di quarantena o una nuova prova diagnostica ai titolari di questo certificato, sempre previo avviso agli altri Stati membri.  

 

Il passaporto sanitario, sarà utile per il turismo?

La risposta è più  che chiara: sí, questo documento digitale faciliterà i viaggi; è pertanto positivo per il nostro settore e sono molte le aziende che suppotano l’iniziativa.  

È possibile che, visto che la data prevista di attivazione è fissata per meta giugno, non siano únicamente i viaggi nazionali i protagonista di quest’estate 2021.

In quanto all’Italia, siamo il secondo Paese del continente tra quelli favorevoli all’arrivo del passaporto sanitario (secondi solo al Regno Unito).  Il 78% dei cittadini sono d’accordo con l’utilizzo di questo documento per i viaggiatori che vogliono attraversare la frontiera e tanta è la voglia di recuperare la libertà di movimento e poter fare una delle cose che più ci piace al mondo: Vedere il mondo!